Possiamo scegliere

di Meri Lolini.

La scelta viene definita come un atto volontario sia di tipo razionale o impulsivo, che abbiamo in presenza di più alternative possibili delle quali assumendone una o più di una, giudichiamo quale è quella a noi più adeguata. La scelta può essere fatta su un articolo da acquistare quotidianamente o su un azione da intraprendere, anche una sola volta nella nostra vita e quindi questo nostro orientamento potrebbe essere determinante per il nostro futuro.

La capacità di scegliere dell’uomo è sicuramente favorita dalla sua conoscenza delle situazioni e delle possibili conseguenze che ruotano intorno a quella scelta. Le persone che hanno una maggiore conoscenza delle probabili situazioni che ruotano intorno a quella decisione da prendere, saranno avvantaggiate anche nel valutare le probabili conseguenze che saranno generate da quella scelta.

Ogni giorno siamo chiamati a scelte che a volte ci sembrano banali, come quella di un abito da acquistare piuttosto che un altro, oppure che cosa prepareremo da mangiare. Lo scegliere che cosa mangiare non è così banale, in quanto dalla nostra alimentazione dipende il nostro stile di vita e le condizioni di salute dei nostri organi e dei nostri apparati ed il primo è quello digerente.

Scegliere una sana alimentazione

La tipologia di alimentazione ed i tipi di cottura dei nostri cibi incidono profondamente sulla possibilità di immettere nel nostro ciclo vitale sostanze pericolose per il nostro organismo. Basti pensare ad una grigliata di carne o di pesce che se troppo cotta e con presenza di zone annerite ammette l’ingresso nella filiera alimentare e nel nostro organismo di sostanze cancerogene come il Benzo(a)pirene.

La nostra salute fisica dipende dal nostro stile di vita, quindi scegliamo consapevolmente sia come mangiare, quanto mangiare e quanto muoversi. C’è un aforisma che recita così:

Quando si effettua una scelta, si cambia il futuro. (Deepak Chopra)

Nutrire la mente

Anche la mente ha necessità di essere nutrita in maniera adeguata con una base di istruzione, che quando verrà assimilata ed ampliata diverrà la nostra cultura quindi è necessario scegliere un percorso formativo che sia in linea con le nostre inclinazioni e ci appassioni e ci garantisca un armonia tra la nostra fisicità e la nostra mente ed una seguente professionalità lavorativa.

Quindi è una scelta importante quella del percorso scolastico da seguire per avere una formazione per indirizzarci verso una professione piuttosto che un’altra. A questo proposito vorrei citare un nuovo aforisma che dice:

Domani sarò ciò che oggi ho scelto di essere. (James Joyce)

Può capitare che scelte fatte e considerate adeguate alle nostre aspettative un tempo, si rivelino in un periodo successivo non più adatte, perché si sviluppano delle realtà che tolgono serenità alla nostra esistenza. Le cause di questi cambiamenti possono essere molteplici, come la mancanza di relazione con una o più persone, oppure le nostre condizioni di condivisione con un ambiente sono mutate e quindi non sono più identificabili alcune situazioni sia comportamentali che psicologiche, che esistevano un tempo.

Poter scegliere per creare nuovi obiettivi

La creazione di una situazione di disagio genera la necessità di andare verso un miglioramento e quindi un cambiamento della realtà che si è andata creando, con la conseguenza di tentare di mettere in atto una serie di azioni, per uscire da questo momento non facile della nostra vita.

Sarà la nostra capacità e la nostra tenacia nel crearci nuovi obiettivi da perseguire, con una o più scelte da fare per risollevarci ed uscire da un tunnel oscuro, dove siamo purtroppo entrati. Quindi quando una scelta con il tempo si rivela sbagliata, abbiamo solo una via di uscita quella della buona volontà e forza per rialzarsi da questa caduta, che ci ha procurato forse qualche ferita subito e qualche cicatrice poi.

Avremo una nuova esperienza che ci avrà arricchito e renderà la nostra esistenza più consapevole e la nostra autostima più forte. Concludo con questo aforisma questa mia riflessione sulla scelta e sulle condizioni di questa e questo pensiero si esprime così:

Un uomo va giudicato dalle scelte. Non tanto da quelle giuste, ma da come è riuscito a venirne fuori da quelle sbagliate. (Nickbiussy, Twitter)

Meri Lolini

Share on Facebook36Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Pin on Pinterest0Share on Tumblr0Share on Reddit0Share on Google+0Print this pageEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *